Chi siamo?

Il paesaggio è qualcosa di composito, di multiforme e di frantumato, sede di uno scambio incessante fra natura e artificio. È mobile, in quanto cambia continuamente ad opera dell’azione congiunta della natura e dell’uomo che ne modifica, lentamente o traumaticamente, i connotati. Si tratta di un concetto difficile da ridurre ma impossibile da trascurare, in quanto si inserisce prepotentemente in ogni aspetto della nostra quotidianità.

Obiettivo della Biennale del Paesaggio, con le sue molteplici iniziative (dibattiti, spettacoli, mostre), è quello di indagare il paesaggio come racconto, come immagine della società che lo abita, delle vicende e delle identità territoriali, sociali, storiche e culturali che lo hanno plasmato. Solo da questo punto di vista si potranno creare i presupposti per la diffusione di una reale e consapevole "cultura del paesaggio" tra le persone. Perchè in ogni piccolo brano di territorio - tra le maglie di un abitato, tra i muri di un edificio storico, lungo le direttive di percorsi viari, tra le zolle di un terreno agricolo o tra i fumi di insediamenti industriali - ognuno di noi può riconoscere la propria storia, le proprie tradizioni e distinguere le proprie specificità. Far crescere questo tipo di consapevolezza è indispensabile ai fini di una corretta ed efficace tutela e valorizzazione del paesaggio, in quanto le persone scelgono e rispettano i luoghi ai quali sentono di appartenere e nei quali si identificano.

La Biennale vuole creare le condizioni affinché questo "moderno" e articolato concetto di paesaggio trovi applicazione in concreto. Tutto quello che emerge nei dibattiti e dalle occasioni di confronto proposti costituisce la base di lavoro sulla quale la Provincia sta elaborando il nuovo PTCP (Piano territoriale di coordinamento provinciale) allo scopo di attualizzare le politiche paesistiche per renderle idonee alle mutate urgenze ed esigenze della società e del suo territorio.

Presidente della Provincia di Reggio Emilia
Sonia Masini

Assessore alla pianificazione, cultura, paesaggio, ambiente.
Mirko Tutino

BIENNALE DEL PAESAGGIO:
Anna Campeol, Annalisa Masselli, Lidia Fraulini.